italian version english version
Langheweb.com - Il portale delle Langhe e del Roero
LANGHE - ROERO - RICETTIVITÀ & INFORMAZIONI lunedì 17 dicembre
 

 

DATI CLIMATICI ANNATA 2006

Commento sulle caratteristiche meteoclimatiche generali: Langa e Roero

Un andamento climatico bizzarro, caratterizzato da precipitazione scarse, con un alternarsi di periodi più o meno lunghi contrassegnati da temperature ampiamente fluttuanti sia al di sopra che al di sotto delle medie stagionali.

Tutto ciò ha influito sulle fasi vegetative della vite che ha vissuto momenti di rapido sviluppo vegetativo alternati ad altri di relativo rallentamento.

Il 2006, un’annata che ha ampiamente premiato tutte le varietà a maturazione precoce e medio-precoce. Le uve a bacca bianca: Favorita, Arneis, Chardonnay, Sauvignon blanc, Moscato bianco, ecc. hanno raggiunto un eccellente grado di maturazione con buone gradazioni zuccherine, ottimo equilibrio acido e dotazione di profumi molto intensi.

Il Dolcetto, in queste condizioni ha dato vini eccezionali con ottima intensità colorante, profumi ampi e fruttati, giusto equilibrio acido.

Le varietà medio tardive e tardive: Barbera, Freisa, Nebbiolo, malgrado alcuni momenti di apprensione per le precipitazioni della prima metà di settembre, sono giunte al momento della vendemmia in condizioni ideali di maturazione offrendo vini di elevato livello qualitativo. Ancora una volta il Nebbiolo, ha dimostrato l’altissimo livello di adattamento allo speciale microclima della nostra Langa. Ancora una volta, questa esclusiva straordinaria varietà di uva (l’uva delle nebbie e delle nottate fredde), ha premiato quei produttori che hanno avuto la pazienza di attendere, di aspettare il momento magico della perfetta maturazione. I Nebbioli della nostra terra ancora una volta ci hanno regalato vini di grande complessità, straordinaria ampiezza di profumi, ottime gradazioni, tutte caratteristiche che ci permettono di confermare l’eccellenza dell’annata 2006.

Alla degustazione

Seducente per la sua brillantezza e ancora vivo nella sua tonalità granata con riflessi di rubino. Denso, ricco nello sviluppo di lacrime che scendono lungo le pareti di cristallo del calice: indice sicuro di generosità e di vigore.

Al naso un insieme di profumi ampi, intensi, persistenti, complessi che vanno dall’etereo al balsamico delle spezie dolci e della frutta matura. Sfumature di fiori passiti e di leggera vaniglia.

Calda, generosa e maestosa la prima sensazione in bocca. Grande l’equilibrio tra alcol, acidi e tannini. Questi ultimi sono ancora evidenti, ma già si avverte la loro tendenza al dolce. Vino possente nella sua struttura, complesso nella sua intima costituzione. Sapido al punto giusto, invitante.

Tratteniamolo un attimo e mandiamo giù. Respiriamo a lungo. Ora, nel cavo orale, è tutta una sinfonia di sensazioni gustativo-olfattive che passano lentamente dall’andante leggero, al finale maestoso.

Un Barolo ricco di promesse, dal futuro radioso capace di regalare grandi emozioni ai suoi estimatori. Un vino che ci gratifica già ora ma che dimostra la forza e la capacità di affrontare lunghi anni di affinamento in bottiglia.

Fonte Enoteca Regionale del Barolo.



Mondo del Vino:
Produttori OnLine: link diretto in cantina...
Barolo e Clima:

Annata 2006
Annata 2005
Annata 2004
Annata 2003
Annata 2002
Annata 2001
Annata 2000

Il Disciplinare:

Barolo DOCG
Barbaresco DOCG
Nebbiolo d'Alba DOC
Favorita DOC
"Langhe"

 

altri Vini:
La Favorita
Oltre il Vino

I formaggi tipici piemontesi

 

Piemonte, Langhe, Roero, Alba, hotel, albergo, hotel, agriturismo, agriturismi, b&b, bed & breakfart, barolo, serralunga, la morra, grinzane cavour, novello, monforte d'alba, roddi, verduno, diano d'alba, barbaresco, neive, treiso, cherasco, bra dop, murazzano, tartufo, nocciole, torrone, dolcetto, barbera, nebbiolo, roero arneis